STAGIONE TEATRALE 2017/2018 – #AccendiIlTuoInverno

#AccendiIlTuoInverno § Abbonati al Mascagni
Stagione Teatrale 2017/2018.
Da dicembre a marzo | 7 appuntamenti | Prosa| Commedia| Teatro Acrobatico |


Sabato 09 dicembre 2017 | Ore 21 15
OLEANNA di David Mamet
Con
Gianni Poliziani e Benedetta Margheriti
Regia
Roberto Carloncelli
Assistente alla Regia
Mascia Massarelli
Luci e scenografia
Fabrizio Nenci
Produzione
Fondazione Orizzonti d’Arte

La storia narra di una studentessa che accusa di tentato stupro il professore a cui si era rivolta in seguito al brutto voto riportato in un test. Le accuse sono infondate, ma il professore viene licenziato e denunciato, poiché il senso delle sue parole e dei suoi gesti, manipolato dalla ragazza, si ritorcono contro di lui. Il testo, scritto da David Mamet nel 1992, sembra essere un’analisi dei problemi di comunicazione maschio-femmina, una di quelle aree ingannevoli della natura umana che la scienza spinge al di là e solo i drammaturghi osano percorrere.


Sabato 13 Gennaio 2018 | Ore 21 15
IL BACIO di Ger Thijs
Con
Barbara De Rossi e Francesco Branchetti
Regia
Francesco Branchetti
Musiche
Pino Cangialosi
Produzione
Foxtrot Golf

Il Bacio è un testo intriso di umanità. Una storia di un incontro tra un uomo e una donna; una panchina, un bosco, dei sentieri, due vite segnate dall’infelicità, forse dalla paura ma che, in una sorta di “magica terra di mezzo”, arrivano a sfiorarsi, a toccarsi. Una donna che va alla ricerca del suo destino, un uomo che fa i conti con i suoi fallimenti e con la sua storia. In un paesaggio che evoca talvolta le stazioni di una Via Crucis dell’anima, tra i due nasce un sentimento magico, dove hanno spazio la leggerezza e il candore, la fragilità di due anime che fanno i conti con la propria vita e tutto sfocia in un sentimento struggente condiviso. Si tratta di una magica, meravigliosa esplorazione del cuore umano. Una conversazione fatta di piccole bugie e verità sorprendenti, il mistero di un incontro, il mistero di un sentimento che nasce, il mistero della vita.


Venerdì 26 Gennaio 2018 | Ore 21 15
ANNA. OMAGGIO AD ANNA MARCHESINI
Con
Ingrid Monacelli
Regia
Roberto Carloncelli
Produzione
Fondazione Orizzonti d’Arte

Un omaggio alla contemporaneità con cui Anna Marchesini ha espresso in arte il suo modo di essere autrice – oltre che superba attrice e regista; un omaggio alla profondità e alla leggerezza che le è stata propria. “Credo che l’arte soprattutto, ma anche chi come me spera di farla ma poi in realtà faccio solo un buon mestiere, penso che sia errato considerare tutto questo un bisogno secondario. Se non c’è intelligenza, l’amore, la passione, l’ingegno e anche il sogno per poter condurre la nostra esistenza verso il futuro, viviamo semplicemente di bisogni primari quali il cibo, ma poi ci sono dei falsi bisogni primari che danno una connotazione diversa alla nostra società, alla nostra civiltà, al nostro modo di essere” [da un’intervista ad Anna Marchesini – Teatro.it 2005)


Sabato 03 Febbraio 2018 | Ore 21 15
THE BLACK BLUES BROTHERS
Un tributo acrobatico scritto e diretto da 
Alexander Sunny e Philip Barrel
Coreografie
Electra Preisner e Ahara Bischoff
Produzione
Circo e Dintorni

Black e Blue non sono solo colori ma soprattutto stati d’animo; Brothers non è solo una parola ma un modo di essere; cinque scatenati acrobati/ballerini che uniscono fisicità e la plasticità dei movimenti che richiamano le origini africane al sound inimitabile del Rhythm & Blues, in eleganti abiti american style. Lo spettacolo ambientato in un elegante locale in stile Cotton Club, si rivela emozionante e divertente, adatto a un pubblico estremamente variegato. Tutto ciò che è presente in scena diventa espediente per dare spettacolo ed improvvisare nuove performance acrobatiche.


Sabato 17 Febbraio 2018 | Ore 21 15
UNO SGUARDO DAL PONTE di Arthur Miller
Con
Sebastiano Somma, Sara Ricci, Gaetano Amato, Edoardo Coen, Maurizio Tesei, Cecilia Guzzardi, Matteo Mauriello, Antonio Tallura
Regia
Enrico Maria Lamantia
Musiche
Pino Donaggio
Produzione
Associazione Culturale Immaginando e Pragma Srl

Uno sguardo dal ponte scritto da A. Miller nel 1995, considerato tra i più importanti testi della drammaturgia americana del Novecento, riprende la vera storia di una delle pagine più drammatiche del sogno americano vissuto da milioni di italiani, volati in America, nella splendida New York degli anni ’50, alla ricerca di un futuro migliore. Lo spettacolo riprende il dramma interiore di Eddy Carbone, della sua famiglia e del suo sogno americano: la vita com’era negli anni ’50 per gli emigrati italiani a New York con i loro sogni e le loro illusioni. L’amore di Eddy verso la giovane nipote, in realtà è una voglia di proteggere la sua purezza, Eddy la ama e la mette al riparo come una ceramica preziosa da non scalfire. Un sogno da coccolare al di là del ponte, sotto un cielo di stelle misto ad un mare dove si naufraga in una voglia di tenerezza.


Domenica 11 marzo | ore 21 15
LA DIVINA
Scritto e diretto da
Alessandro Fullin
Con
Alessandro Fullin, Tiziana Catalano, Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Paolo Mazzini, Mario Contenti, Ivano Fornaro
Produzione 
Musa Produzioni

Nel 2009 Papa Ratzinger annuncia al mondo che il Purgatorio, come luogo fisico, non esiste più. Dante Alighieri, saputa la notizia, si precipita per la seconda volta nell’Oltretomba per dipanare la spinosa questione e riscrivere la Divina Commedia. Ma dove mettere ora gli invidiosi? Gli iracondi? Gli accidiosi? Dubbi e tormenti attendono il Poeta, che inoltre scopre che l’amore per Beatrice, dopo sette secoli, si è un po’ appannato. Tra demoni e cherubini, fiumi infernali e rinfrescanti panchine ecco una rilettura in chiave camp dell’immortale poema che getta nella stessa bolgia Paolo Maltesta con gli Abba, Farinata degli Uberti con Lyz Taylor.


Sabato 24 marzo 2018 | ore 21 15
DISORIENT EXPRESS
Scritto da
Cinzia Leone
Con
Cinzia Leone e Francesco La Mantia
Musiche
Marco Schiavone
Produzione
Perrone Spettacoli

Disorient Express non è la storia di un treno che non sa dove andare, è una fotografia di gruppo in cui ci siamo tutti e tutti abbiamo un’espressione visibilmente disorientata. E come può non essere disorientata un’umanità travolta ogni minuto da un cambiamento? Come possiamo essere sicuri di noi stessi e della realtà che ci circonda se ad ogni notizia sentita in televisione possiamo trovare contemporaneamente la smentita su internet? Cinzia Leone si farà disorientare interpretando un’attrice che durante il suo spettacolo viene continuamente interrotta da un autore per essere aggiornata o smentita in tempo reale.
________________________________________________________________________________
Per info e prenotazioni
Fondazione Orizzonti d’Arte
345 93 45 475
Orario della biglietteria
Dal Lunedì al Venerdì
h 10 – 13 / h 15 – 17
oppure acquista online su www.ciaotickets.com